SPESE DI SPEDIZIONE GRATUITE!
Per ordini superiore a 50€ invece che 150€

Verranno sottratti 7€ al totale del vostro carrello.
Fino al 28/02/2019

Per età

QuietBook

Tutte le attivitá dei libri ad anelli apribili Bubabebi proposte per etá in modo da rispettare la crescita del bambino.

Selezionando le varie etá potrai approfondire e comprendere maggiormente in quale fase di crescita si trova il tuo bambino!

da 0 a 6 mesi

Il canale sensoriale è quello predominante nella primissima fase della vita.
Dalla nascita ai due mesi si sviluppano le abilità visive: fino ai tre mesi i bambini vedono meglio quando guardano le cose o i volti con la coda dell'occhio (visione periferica) poi, gradualmente, sviluppano la visione centrale e dai tre mesi in poi cominciano a guardarsi le mani e possono seguire con lo sguardo un oggetto in movimento circolare.
Dai tre mesi, il cervello del bambino è in grado di distinguere diverse centinaia di parole del linguaggio parlato.
Dai quattro mesi di età la visione del bambino è simile a quella dell'adulto.
Durante questo periodo il bambino comincia a integrare ciò che vede con ciò che gusta, con ciò che sente e con le sensazioni che prova. Il principale canale conoscitivo è la bocca: i bambini mettono in bocca tutto ciò che afferrano.
Dal punto di vista relazionale si diverte a giocare con gli altri e può dispiacersi se il gioco viene interrotto.
Aumenta la propria capacità espressiva sia con le espressioni facciali che con i movimenti del corpo.
Per quanto riguarda lo sviluppo motorio raddrizza la testa e il tronco quando si trova a pancia in giù; allunga le gambe e scalcia quando è sdraiato; apre e chiude le mani.
Comincia a formulare spontaneamente dei suoni per gioco ed inizia ad imitare qualche suono che sente, girandosi quando ne ascolta uno.
Afferra e agita giochi con le mani (coordinazione viso-motoria).

da 6 a 18 mesi

All'inizio di questa fase i bambini sviluppano le capacità senso-motorie che gli permettono di sperimentare ed apprendere le coordinazioni occhio-mano-bocca. Questa abilità fine gli permette di sviluppare una maggiore conoscenza del proprio corpo e di controllare meglio l'uso degli oggetti. Dal punto di vista cognitivo, infatti, avviene il collegamento tra visione e prensione. Mentre dal punto di vista relazionale e sociale nel primo anno di vita si passa dalla dipendenza totale ad un inizio di attività autonome che sono espressione della sua maturazione.

Intorno ai dodici mesi il bambino è in grado di stare in piedi per qualche istante da solo o con sostegno o anche di spostarsi con appoggio laterale. Per quanto riguarda la coordinazione motoria, inizia con la capacità di eseguire semplici azioni motorie, come tenere in mano il biberon, fino a sviluppare la capacità di usare la “pinza” formata dal pollice e uno o due dita per prendere piccoli oggetti. Impara a "leggere" le parole, i gesti e le espressioni del volto di chi si occupa di lui. La sua memoria s'incrementa e compare una nuova abilità nel ricordare esperienze passate. La capacità di regolare ed esprimere le emozioni aumenta.

da 18 a 36 mesi

In questa fase inizia a dimostrare molto interesse per il mondo esterno al nucleo famigliare poiché è in questa fase che il bambino inizia a percepirsi come unità a sé stante.
Inizia a comparire il gioco simbolico, dove il bambino imita situazioni di vita realmente accadute.
Dal punto di vista relazionale si mostra “timido” e “preoccupato” con chi non conosce; piange quando i genitori si allontanano.
Si diverte ad imitare le persone quando gioca.
Mostra preferenze verso particolari giochi o persone; verifica le reazioni dei genitori al suo comportamento e ripete suoni e gesti.
Allunga le braccia o le gambe mentre lo si veste.

All'inizio di questa fase usa gli oggetti in molti modi diversi (agitare, tirare, sbattere, far cadere).
Ama nascondersi e sa trovare facilmente oggetti nascosti. Guarda verso un'immagine quando viene nominata.

Nella parte centrale di questa fase sa usare gli oggetti correttamente (bere dalla tazza, pettinarsi i capelli).
Presta crescente attenzione ai discorsi e risponde a semplici richieste.
Usa semplici gesti come ad esempio scuotere la testa per dire “no”.
Dice “mamma” e “papà”ed usa esclamazioni come“Oh‐oh!”. Prova ad imitare le parole.
Usa la prensione a pinza e sbatte due oggetti insieme per produrre un suono volontario.
Mette gli oggetti dentro e fuori da un contenitore e ama distruggere le torri o svuotare scatole.
Esplora con il dito indice e prova a scarabocchiare.

Nella parte finale di questa fase dal punto di vista relazionale imita il comportamento degli altri, specialmente quello dei più grandi. E' più consapevole della propria individualità ed è più eccitato dalla compagnia di altri bambini.
Dimostra una maggiore indipendenza ed inizia ad opporsi alle richieste dell'adulto per affermare la propria identità.
Presenta ansia da separazione al calare della sera.

Per quanto riguarda l'aspetto motorio cammina e corre senza aiuto ed ama tirare i giocattoli dietro di sé mentre cammina.
Riesce a trasportare giocattoli anche grandi mentre si muove.
Sta in piedi sulle punte e sa calciare la palla anche se non ha ancora imparato ad afferrarla al volo con entrambe le mani.
Sale e scende dai mobili senza aiuto e sale e scende le scale tenendosi ad un supporto.
Inizia a svestirsi e rivestirsi da solo, allacciando e slacciando bottoni, cerniere e stringhe.

Nel campo cognitivo inizia a costruire semplici puzzle e trova oggetti anche quando nascosti sotto due o tre strati; inizia a discriminare per forma e colore riuscendo a svolgere le prime associazioni logiche.
Indica oggetti e disegni sotto richiesta. Riconosce nomi di persone, oggetti familiari e parti del corpo; conosce molte parole e sa comporre intere frasi semplici; ripete parole ascoltate durante una conversazione.

Manualmente scarabocchia ed inizia a disegnare le prime forme.
Può presentare un uso più frequente di una mano rispetto all'altra. E'attratto da immagini colorate e semplici.
Sa cogliere lo scorrere del tempo attraverso l'interiorizzazione di riti svolti quotidianamente e sa ripetere i numeri in ordine crescente.
E' molto interessato alla “lettura” di libri ricchi di immagini che sa riconoscere e denominare.

da 36 mesi

(primo anno di Scuola dell'Infanzia) Imita gli adulti e i compagni di gioco; mostra di affezionarsi ai suoi compagni e riesce a fare giochi con il cambio di turno. Comprende il concetto di mio/suo/tuo ed esprime affetto apertamente e anche una grande varietà di emozioni. A partire dai tre anni si separa con più facilità dai genitori.

Si arrampica con agilità e sale o scende le scale alternando i piedi (un piede per ogni scalino). Corre con facilità e pedala sul triciclo. Si sporge senza cadere. Gioca a ‘fare finta' con bambole, animali, e persone Completa puzzle e riesce a seguire dei comandi composti da più consegne. Riconosce e identifica tutti gli oggetti e le immagini più comuni, Comprende la maggior parte delle affermazioni e percepisce la disposizione nello spazio (sopra, sotto, dentro) Usa frasi con più parole e riesce a dire il proprio nome, il proprio sesso e l' età Usa i pronomi (io, tu, noi, loro) ed alcuni plurali.

Ha nuove capacità manuali: disegna linee verticali, orizzontali e curvilinee con matite e pastelli; nei suoi disegni iniziano a formarsi le prime forme umane. Gira le pagine di un blocco una alla volta Tiene la matita nella posizione corretta. Sa cogliere il concetto di contare.

(secondo anno di Scuola dell'Infanzia) Si interessa a nuove esperienze e fa attività in cooperazione con altri bambini. Gioca a mamma e papà e dimostra una sempre maggiore inventiva nei giochi di immaginazione; sa vestire e svestire e sa negoziare soluzioni nei conflitti. Vede nelle immagini non familiari dei mostri. Si concepisce come persona completa, fatta di corpo, mente e sentimenti. A volte non sa distinguere la realtà dalla fantasia. Salta su un piede e può rimanervi fermo per più di cinque secondi e sale o scende le scale senza aiuto. Calcia la palla in avanti e la tira con forza. Acchiappa quasi sempre le palle di rimbalzo e si sposta in avanti e indietro con facilità.

Riconosce e chiama correttamente i diversi colori. Capisce il concetto di ‘contare' e conosce diversi numeri. Inizia ad avere un certo senso del tempo e riesce a raccontare parte di una storia. Capisce il concetto di ‘stesso' e ‘differente' ed intraprende giochi di fantasia. Migliora sempre più il lessico articolando correttamente principali regole grammaticali.

Usa correttamente le forbici ed altri strumenti grafici ed inizia a copiare qualche lettera maiuscola.

(ultimo anno di Scuola dell'Infanzia) Desidera accontentare gli amici ed assomigliare a loro. Accetta con più facilità le regole. Si diverte a cantare, ballare e recitare. Mostra maggiore indipendenza e sa distinguere il genere. Distingue la fantasia dalla realtà. Alcune volte è esigente, altre esageratamente cooperativo. Sa prendersi cura dei più piccoli ed essere empatico.

Riesce a stare su di un piede per più di dieci secondi. Salta, fa le capriole e sa andare in altalena. E' in grado di saltare la corda.

Conta ed enumera correttamente in ordine crescente e decrescente. Comprende meglio il concetto del tempo, Conosce le cose che appartengono alla vita quotidiana (soldi, cibo, elettrodomestici) e riconosce il proprio materiale personale di cui sa prendersi cura. Ricorda parti di una storia e sa riordinarla in sequenze. Usa il tempo futuro e racconta storie più lunghe. Dice il suo nome, cognome e l'indirizzo.

Copia parole e forme; disegna persone con il loro corpo ed aggiungendo particolari. Si veste e si sveste senza aiuto. Sa leggere i simboli e le immagini e li riproduce graficamente. Compie associazioni logiche sempre più difficili ed inizia a comprendere la logica di alcuni giochi strutturati (ad esempio il gioco della tombola).

Mostra come Griglia Lista

Articoli 1-9 di 73

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente
Mostra come Griglia Lista

Articoli 1-9 di 73

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente
Copyright © 2018 BuBaBeBi - p.iva 04272690167